Chi sono

 Son forse un poeta?
       No, certo.
       Non scrive che una parola, ben strana,
       la penna dell’anima mia:
       “follia”.
       Son dunque un pittore?
       Neanche.
       Non ha che un colore
       la tavolozza dell’anima mia:
       “malinconia”.
       Un musico, allora?
       Nemmeno.
       Non c’è che una nota
       nella tastiera dell’anima mia:
       “nostalgia”.
       Son dunque… che cosa?
       Io metto una lente
       davanti al mio cuore
       per farlo vedere alla gente.
       Chi sono?
       Il saltimbanco dell’anima mia.

Non mi prendo meriti.. questa poesia e di Aldo Palazzeschi e ogni volta che la leggo, trovo che mi calzi a pennello

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...