Chiamatela Amicizia

Chi mi ha letto lo sa, sono furibonda così ne approfitto per scrivere un po’ di cose e per fare chiarezza! Niente battute, niente difese sensazionali ma un attacco duro e potente in pieno volto, questo sarà o almeno così vorrei che fosse il mio primo articolo! Vi posi una questione sul forum, ve la ricordate?! Cos’è per voi l’amicizia?  Mi rendo conto che è difficile da spiegare perché ognuno di noi ripone un valore diverso alle parole, ecco tenete a mente anche questo termine: valore! Insomma valore e amicizia dovrebbero andare di pari passo, come un’equazione esponenziale, tanto grande l’amicizia, tanto più alto è il suo valore? Non lo so, ve lo sto chiedendo…Non scrivo perché ho le risposte ma perché vorrei capire insieme a voi, in realtà credo che alcuni concetti base mi sfuggano o magari sono state le persone a farmeli sfuggire dalla mia mente. Altro quesito e altra non risposta… Le mie poche reminescenze liceali, mi portano ad Aristotele (e dire che a lui preferivo Platone!). “L’amicizia perfetta è quella dei buoni e dei simili nella virtù. Costoro infatti si vogliono bene reciprocamente in quanto sono buoni, e sono buoni di per sé; e coloro che vogliono bene agli amici proprio per gli amici stessi sono gli autentici amici (infatti essi sono tali di per se stessi e non accidentalmente); quindi la loro amicizia dura finché essi sono buoni, e la virtù è qualcosa di stabile; e ciascuno è buono sia in senso assoluto sia per l’amico. Infatti i buoni sono sia buoni in senso assoluto, sia utili reciprocamente”. In sostanza, uno vede l’amico come un altro se stesso. Tutto questo cosa c’entra? Bella e saggia domanda… Tra voi ho trovato persone buone e pronte ad aiutarmi, persone che non hanno avuto problemi a tuffarsi in questo strano viaggio con destinazione ignota ma tra voi c’è, però, una persona che è stata tradita da una sua amica… Questa volta mi servo di un PRETESTO per scrivere, non com’è stato detto in altri lidi, dando adito a falsi e distorti pensieri, solo perché il termine “pretesto” era più semplice da utilizzare e frapponeva una divisione di buoni e cattivi… Ma proseguiamo…Credo che conosciate Ylenia e della sua dedizione a Matej Cernic, di quanto abbia lavorato sodo per omaggiarlo con un sito, senza creare fastidi, semplicemente, per dimostrargli un po’ d’affetto che poi sia quello di una fan, non penso abbia tanta importanza… ha scelto un modo “al passo coi tempi” per manifestargli che c’è tanta gente che lo stima e che nonostante si trovi in Grecia in molti restano incollati ad uno scremo di un pc per controllare se ha giocato, quanti punti ha totalizzato e dell’andamento della sua squadra. Ylenia, con l’aiuto di Luisa e Viviana, l’ha fatto in punta di piedi, senza rumori assordanti ma solo per passione! Le tappe sono state lunghe: prima un gruppo su yahoo, poi il forum ed infine l’agognato sito. I suoi piccoli problemi di realizzazione sono stati condivisi anche da chi si è mascherata da amica, dando forse qualche consiglio e magari incoraggiandola, perché in fondo non stava facendo nulla di male… Tutti noi abbiamo dei sogni, piccoli o grandi che siano non sta certo agli altri giudicarne l’entità. Ylenia tra i tanti aveva anche questo ed in parte è stato infranto da un’amica!! Questa amica ha preferito aiutare e raccontare le ultime vicissitudini ad una terza persona quando in ballo c’erano ipotesi di azioni legali e di soldi (si parlava di 30mila euro, non del costo un caffè) ed Ylenia ha solo vent’anni! Tra la parola amicizia dovrei, quindi, inserire fedeltà, riservatezza, temperanza, solidarietà e onestà e mi vien in mente un detto di Epicuro, secondo il quale l’onestà o non è niente o, se mai, una semplice opinione volgare. Da tale ignoranza ebbero origine le lagnanze tra ateniesi e spartani, tra questi e i tebani, tra il Gran Re e l’Ellade, così, nei tempi passati, i fatti di Ilio ebbero la stessa origine. Quando vedete amici o fratelli che paiono avere gli stessi sentimenti, non pronunciatevi subito sulla loro amicizia, neppure se giurano e dicono che niente potrà separare l’uno dall’altro. Non è fedele la parte dell’anima nell’uomo inetto: è instabile, incapace di giudicare, sopraffatta ora da una, ora da un’altra rappresentazione come un contatto e qualche spicciolo. Non è un modo di pensare da uomini quel che li spinge a mordersi e ad ingiuriarsi tra loro, ad occupare luoghi deserti o le pubbliche piazze, come facevano i banditi nelle montagne, e a mettere a nudo davanti ai tribunali i nostri sogni, i nostri desideri, paure e timori: tutto ciò trae origine da un unico e solo pensiero dal ritenere cioè se stessi e le proprie cose fra gli oggetti indipendenti e superiori dalla scelta morale,come se le prospettive degli altri non avessero importanza e contassero meno di zero. Badate non è una lezione la mia, sono semplici considerazioni che si fanno a volte a voce alta, altre invece mettendole per iscritto, perché vedi l’entusiasmo negli occhi e nelle parole di Ylenia e poi ne senti l’amarezza e la delusione, il sentirsi pugnalata alla spalle a danno di un’altra persona. E vedi anche l’aiuto a distanza dell’avvocato Mollica, pronta a correre in soccorso a risolvere il problema perché l’aiuto è per un’amica! Non si può sempre tacere e sorvolare, non sempre spalle dove piangere sono sufficienti, a volte è necessario che gli altri vedano e sappiano anche dove la necessità non è poi tanto chiara! Vorrei però che nessuno commetta l’errore di non vedere amicizia dove invece c’è. Perché se gli uomini ripongono veramente il bene là solo dov’è la persona morale, dov’è l’uso retto delle rappresentazioni, beh, allora si sa abbastanza da affermare con fiducia che sono amici, come anche fedeli e giusti. Dov’altro si può trovare l’amicizia se non nella fedeltà, nella riservatezza, nella temperanza, nella solidarietà, nell’onestà e nella dedizione a quel che è nobile e a niente di tutto il resto? Mi domando quanti di voi hanno a cuore o di essere amico di qualcuno, o di guadagnarsi l’amicizia di un altro? Quanto è giusto perdonare? Forse, lo si dovrebbe fare perché infondo chi ha sbagliato è solo ignorante, s’è disperso in una materia della massima importanza, dimenticando per un attimo l’amico di trasferte, di posti accanto al Pala Panini e di urla a squarcia gola solo per avidità e bramosia o anche il non sapere, ma allora mi domando: “Se non sai onde evitare di far danno, che agisci a fare?” Chi perdona conosce bene le parole di Platone: “E’ contro sua voglia che l’anima viene privata della verità”. In caso contrario, è opportuno agire come amici perché lo possono anche i serpenti: ma amici non sono i serpenti, né lo sarà chi si comporterà in modo scorretto. Forse è giusto non andare oltre, ho terminato il mio PRETESTO di solidarietà perché per il resto non ne ho bisogno, forse serviva ad altri, io le mie rimostranze l’ho sempre fatte ma ho sempre atteso giorni prima di una risposta, troppo spesso non chiara… Chi vuol sapere sa dove e a chi domandare, ma vorrei lasciarvi con una frase tratta da uno dei miei libri preferiti e con una poesia di Elena Oshiro, il tutto è per chi vuol riflettere…“Gli uomini non hanno più tempo per conoscere nulla. Comprano dai mercati le cose già fatte. Ma siccome non esistono mercati di amici, gli uomini non hanno più amici. Se vuoi un amico addomesticami”. (dal Piccolo Principe). Credo in te, amico. Credo nel tuo sorriso, finestra aperta nel tuo essere. Credo nel tuo sguardo, specchio della tua onestà. Credo nella tua mano, sempre tesa per dare. Credo nel tuo abbraccio, accoglienza sincera del tuo cuore. Credo nella tua parola, espressione di quel che ami e speri. Credo in te, amico, così, semplicemente,

nell’eloquenza del silenzio.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...