Due di picche

 

Chi di voi non ha mai preso il più classico, fragoroso, storico dei due di picche?!? Tutti prima o poi dobbiamo ammettere di averne preso uno nella vita, poi c’è chi è più fortunato e ne rifila a iosa… Insomma chi di due di picche ferisce…

Ma anche nella categoria “Come sbidonare” c’è diversità e diversità. La parola alle donne, le più perniciose e fatali.

 

          Rimaniamo solo amici! E’ la più gettonata! [Si sai che bello!! Così potrò raccontarti le mie paturnie, te come un fesso starai ad ascoltarmi ed intanto ti flagellerai i maroni dal disagio interiore!!] Questa frase è come per dire, senti tanto simpatico e carino nei modi, ma non mi interessi minimamente anzi ti dirò ti più [qualora potessi] sei pure cesso, che vuoi da me?!?

 

          Non è il mio periodo fortunato, ho bisogno di stare sola e riflettere. [Se te fossi l’unico uomo sulla terra mi sparerei!]. In realtà mi capitasse quel biondino che ho puntato da tempo non ci penserei due volte ma siccome sei te, insipido essere a chiedermelo preferisco stare sola. E’ un modo che le donne utilizzano per farti capire che stanno pensando ad altre persone e per te non c’è posto alias gira a largo e non rompere!

 

          Ho deciso di pensare al lavoro e al mio futuro. [Ma perché le stronze le becco tutti io?!?] In realtà questa affermazione ha valenze simili della precedente. E’ un modo per sbarazzarsi di persone noiose e indigeribili.

 

          Non sei tu, sono io che non vado bene per noi. [No, no, in realtà sei proprio te la parte che non va in noi!!]

 

          Per me sei come un fratello. Ecco questa frase stronca qualunque tipo di iniziativa!! Meglio una martellata in der posto che altro… E’ come dire meglio anche il cane dei vicini piuttosto che pensare di avvicinare le mie candide labbra sulle tue!

 

          C’è troppo differenza d’età. Non sempre si parla di età anagrafica perché capitasse Brad Pitt poche si tirerebbero indietro, ma vestite come mio nonno, avete già i capelli bianchi e dovete spegnere ancora 25 candeline, soffrite di alitosi, la mezzanotte per voi è già tardi, odiate le feste e preferite passare tutti i giorni in pigiama a casa a farvi i grattini… il c’è troppa differenza ve lo siete meritato tutto… Meglio mio nonno, in fondo, è atletico, parla inglese è interessante e ad ottant’anni suonati si può permettere si soffrire di prostata!

 

          Credo che tra noi non possa funzionare perché non sono attratta da te in “quel senso”. Lo so, vi chiedete, qual è sto senso?!? E’ quello che invoglia ragazzi miei e se una donna se ne esce con quest’affermazione vuol dire che state proprio messi maluccio! Non c’è modaiolo che tenga, ne tanto meno falsi filosofi o millantatori di facili promesse: non c’è trippa per gatti! Ritentate sarete più fortunati… Seeee come no!

 

          Guarda sto già frequentando un altro/ho già il ragazzo. Molte volte non è vera questa asserzione nasconde che siete cessi ed è meglio passare le serate alla Bridget Jones sul divano a cantare come una psicopatica gustando il gelato!

 

          Non amo frequentare i colleghi di lavoro (o frasi similari). [In verità il collega del primo piano, interno 9 SI!] Questa è una scusa, facilmente intuibile ed equivale a dire con meno garbo e tatto: Non uscirei con te nemmeno se stessi nello stesso Sistema Solare figuriamoci nello stesso edificio. Non c’è speranza e soprattutto per chiosare Dante: Lasciate ogni speranza o voi che entrate!

 

          La mia vita in questo periodo è molto complicata. Sto in tresca con altre persone e te saresti l’ultimo della lista e poi prima di pensare ad uscire con te anche solo ad andare a comprare i fazzoletti ci penserei 3 volte!

 

Bhe devo dire che i cari marzianucci affrontano il problema in maniera un po’ più seria; mandare male una donna è per loro qualcosa di realmente impegnativo, motivo per cui queste scene sono assolutamente imperdibili.

Più che ad uno spaccato della vita reale, sembra infatti di assistere a “Vivere” o “Cento Vetrine”, e, nei casi di pathos più estremo, alle migliori puntate di “Beautiful”.

Tuttavia, non mancano le situazioni più ridicole, comiche, grottesche, stile “Un posto al sole”.

  • Non ti merito! Signori, è la mia frase preferita, tanto di cappello a chi osa proferirla. L’uomo (o presunto tale) la pronuncia con voce tremula e aria afflitta, sorretta da uno sguardo struggente. [ma è logico che non ti merito, ma ti sei guardata? Inizio a pensare che il mostro di Lochness esista davvero!]

  • Sei capitata nel momento sbagliato. Questa è proprio una frase bastarda, un modo carino per dire “ritenta, sarai più fortunata”!

  • Non sono pronto per una storia seria. Frase da usare con molta cautela; la donna in questione potrebbe sempre acconsentire ad un’avventura e allora come te la svigni? Semplice, basta assumere un’aria affranta e dirle: Sei speciale, non meriti di essere trattata così! [l’hai capito o no che mi fai schifo? Non voglio una storia seria, non voglio nemmeno una tresca…sei solo una patetica rompiscatole, e vattene via che non ti sopporto più!]

  • Sei così cambiata ultimamente, non è più come prima. [prima almeno la davi, adesso non si batte chiodo, e che cacchio! Mica ho tempo da perdere]

  • Forse è meglio prendersi una pausa di riflessione. E improvvisamente sparisci dalla circolazione per qualche tempo, il cellulare è sempre irraggiungibile, a casa non rispondi e se esci cerchi di camuffarti. [insomma, ci ho provato a stare con te, ce l’ho messa tutta, ma sei veramente insopportabile]

  • Manca ancora qualcosa perché io mi innamori di te. No care donne, non si tratta di fiducia e stima reciproca, bensì del classico avvertimento cui ricorre la stragrande maggioranza degli uomini. [Ma me la dai o no? Quante altre cene dovrò pagarti? E datti ‘na mossa]

  • Mi hai fatto vivere un sogno, ma forse è meglio chiudere qui. Se qualcuno vi dice così, vuol dire che si è proprio stancato di voi. [madonna, altro che sogno, è stato un incubo! E meno male che mi sono svegliato! “cucciolotto mio”, “Sono la tua micina”… e tornatene allo zoo………….cesso!]

  • Ho un’altra persona per la testa. Badate bene, questa volta non si tratta della solita bugia, è proprio vero, l’uomo ritorna, come il figliol prodigo, a quelli che sono gli affetti più cari. [mammaaaaaaaaaa, voglio mamma! Voglio stare solo con te mammina, che mi prepari tante cose buone e la mattina mi porti il caffè a letto! Quella mi faceva solo sgobbare, io sto tanto bene a cosuccia mia!]

 Veniamo ora alle due situazioni più esilaranti. Non credevo si potesse arrivare a tanto, eppure il maschio pur di non dirti che non ti vuole più vedere è capace di arrivare a tanto: 

  • Non posso darti quello che ti aspetti, sono omosessuale! [quella sera in discoteca ero completamente ubriaco, mica me ne ero accorta che eri così brutta! E dove ti hanno preso…all’ Ideal Standard? Piuttosto mi metto con tuo padre, che almeno c’ha i soldi]

  • Mi hai fatto capire davvero cosa sono i veri sentimenti, ma ho deciso di intraprendere un’altra strada…mi faccio prete! Ogni volta che incontro il mio amico Stefano, che lasciò la sua ragazza con questa frase nel giorno in cui festeggiavano i sei mesi di fidanzamento, non posso fare a meno di stringergli la mano!

 E poi, ci sono i saturnini ma loro si sa.. come citato più volte dicono quello che pensano senza iperbole od inutili costrutti senza senso. E badate può anche capitare che un saturnino utilizzi una frase sovracitata ma sarà facile accorgervi che starà dicendo la verità perché non vi avrà mai mentito e sarà stato sempre se stesso.. quindi attenti da Venere e Marte: DIFFIDATE DALLE IMITAZIONI!!! 

Vi lasciamo con un quesito: qual è stato il vostro classico e cocente DUE DI PICCHE?!?!

3 risposte a “Due di picche

  1. questo post è meraviglioso!!!
    io avevo trovato questo video:

    che ho messo dappertutto perchè lo trovato geniale. ma questo blog l’ha decisamente battuto;)
    io per ora ho sempre ricevuto due di picche sinceri.. o brutali.. xDD
    ciao ciao!

  2. prima di tutto vi faccio vedere un video che sintetizza alla perfezione quello che viene detto sopra…
    http://dailymotion.alice.it/video/x4h36w_2dipicche_fun

    secondo poi vi racconto il mio peggior due di picche:
    la storia col mio primo fidanzatino durò il tempo di un’estate.
    Mi lasciò, dopo mille giri di parole, a settembre, dicendo che soffriva di una brutta forma di ipocondria che lo costringeva a non uscire di casa se non in rarissimo casi (?)..il giorno dopo ho avuto il piacere di conoscere più da vicino la sua “brutta” malattia: una bella biondina, appena rientrata dalla vacanze!!!!!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...