I come back

Sangrilà 23.01.07
Ultima sera dei miei 5 MERITATISSIMI giorni di riposo, e sottolineo meritatissimi.
Qualora, dovessi riassumerli in poche parole, vi direi che ho fatto la cura del sueño y de vez en cuando comía e iba a la playa.
Sono riuscita a dormire 15 ore in un giorno e gli altri non sono stati da meno, avevo veramente sueño atrasado. Ero ospite dei genitori dell’H.na Laura, persone veramente splendide, mi han trattata come un figlia, soprattutto la mamma mi riempiva di attenzioni. ho mangiato stra bene e il sole in spiaggia era perfetto (dormivo anche là).
S’è poi, continuato a giocare al Burako, oramai eletto gioco dell’estate (preparatevi al mio ritorno) ed infine, da vera orsa mi appollaiavo sul divano a vedere la tv.
Grazie ad ESPN posso guardare l’open di Australia e cielo, Federer migliora di giorno in giorno e non solo nel gioco. Poi qua: calcio, calcio, calcio.
Ad Asunción (Paraguay) si stanno disputando i giochi sudamericani U.20 e l’Uruguay oper il momento è primo, sebbene abbia perso con il Brasile, stasera giocherà contro il Chile, altro avversario tosto.
Per quanto riguarda il calcio italiano, so che l’Inter è prima, ma avessi visto un’immagine dell’imperatore! In compenso mi sono addormentato guardando Lazio – Milan e Livorno – Roma, brutte partite.
Il volley qua é un’utopia, mi consolo con l’nba e Ginobili, anche se non è al massimo della forma, poi è l’unico argentino che si merita il tifo, perché la Papelera è la papelera! Todos contra los argentinos!
Domani, direzione Montevideo – Villa Colón – Treinta y Tres.
Treinta y Tres
25.01.07
HO SONNO!
Sono tornata questa mattina alle 04:30 e alle 09:30 ero già in piedi perché stamattina avevo lezione e seguiranno per tutto il giorno sino alle 20. i miei giorni felici sono permanete finiti. Che tristezza! E almeno sino alla metà di febbraio lavorerò le domeniche, poi per lo meno, dopo potrò riposare.
Ieri, dopo non so quando sono andata a Messa, a Villa Colón. Luogo storico per i salesiani perché nel 1875 approdarono per la prima volta in America e precisamente a Villa Colón – Uruguay. Erano non so quante suore e tante insieme nemmeno a S.Pietro ne avevo viste. Comunque, la prima casa americana e favolosa, hanno un giardino immenso, e una piscina non ci starebbe affatto male!
Vabbè, cosa importantissima, ho prenotato per Buenos Aires, 85 dollari: andata e ritorno e una notte in albergo, si parte il 29. Sta storia del visto mi piace assai, peccato rinnovarlo ogni 90 giorni. Ma la prossima volta (sarà giugno) ho quasi strappato una promessa a Suor Laura: Belo Horizonte per vedere Brasile non so chi. Lì sarà caldo… bello, bello.
Ok, vi saluto che tra poco mi aspetta il Barrio Sosa.
Un bacio sonnolento
Anto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...