Leer 6

Altro libro che termina… altre storie che finiscono e restano nell’anima i versi, i più sentiti. Dopo molto tempo sono riuscita a terminare “I CAPOLAVORI DELLA POESIA ITALIANA”, una raccolta di 400 pagine dei testi più belli della nostra poesia. Si inizia con S. Francesco e si termina con Pisolini. Non si incappa solo in liriche auliche ma anche in quello che di meglio (o se volete peggio) gli autori più prestigiosi (ammetto che alcuni non li conoscevo) hanno saputo tirar fuori dal loro cervello, e quindi, si cade anche nel profano, comico e popolareggiante. Per alcuni mancherà qualche poesia e su alcuni versi scelti ci sarà molto da ridire ma questo come si suol dire è a discrezione del lettore. Non ho nessuna pretesta in merito, ne su un argomento a me caro vorrei averla, certo che leggendo Leopardi si ha un po’ di nostalgia per gli studi passati…

Tornare a leggere alcuni scrittori del passato fa ritornare indietro anche il lettore stesso e riaffiora qualche piacevole (o meno) ricordo legati ai tempi del liceo e per i più fortunati quelli universitari (confesso di inviare che ha fatto Lettere).

E’ strano come nello sfogliare qualche pagina cambino gli umori e le sensazioni, i maniera repentina, difficile che accada così nella quotidianità. La poesia è un mondo troppo spesso dimenticato ma è anche un modo per vedere come a nudo riescono a mettersi le persone e come e in che tempi riusciamo a farlo noi…

Dovevo parlare dell’ultimo libro letto ed invece ho divagato – come spesso mi accade. Termino con una poesia di Palazzeschi…

CHI SONO? 

Son forse un poeta?

No, certo.

Non scrive che una parola, ben strana,

la penna dell’anima mia:

“follia”.

Son dunque un pittore?

Neanche.

Non ha che un colore

la tavolozza dell’anima mia:

“malinconia”.

Un musico allora?

Nemmeno.

Non c’è che una nota

nella tastiera dell’anima mia:

“nostalgia”.

Son dunque… che cosa?

Io metto una lente

davanti al mio cuore

per farlo vedere alla gente.

Chi sono?

Il saltimbanco dell’anima mia.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...