post del 25 novembre 2005

Sono due giorni che penso al post di Federica del suo blog e oggi mi va di parlare di me, solitamente non lo faccio mai o meglio di sfogo con quelle poche persone che forse mi conoscono meglio di me… Ci sono dei giorni in cui hai il bisogno di parlare anche con il passante vorresti andare dal vicino di casa e con la scusa che è finito lo zucchero parleresti di te… Ecco io oggi sono in quei giorni là, strani, bastardi, silenziosi come le grida di un bambino che reclama attenzione.. .Oggi ho voglia, di raccontare, di dire, di parlare insomma…

Vorrei mettermi in piadi sopra un tavolo o salire in cattedra come un vecchio oratore romanoferito dal Senato della Repubblica e urlare al mondo il disprezzo, la gioia, la malinconia che ho dentro… E poi, ridere, ridere a squarcia gola per innervosire che mi sta intorno per deriderli…

Federica parlava di sogni ma spesso solo delle tristi illusioni degli ologramma… Poco giorni fa scrissi una poesia sui sogni, ispiarata da un momento particolare:

I sogni ti permettono di volare, di fantasticare, di danno la spinta per realizzarli per non smettere mai di credere in quello che fai in come vorresti essere. I sogni danno forza per affrontare il futuro E vivere meglio il presente. I sogni non li hanno solo i bambini sono eterei e donano la felicità. I sogni vanno conquistati e te l’hai fatto! Ma non si abbandonano perché chi abbandona un sogno Vuol dire che non l’ha mai desiderato. Tu mi hai cercata, afferrata, catturata, sedotta 

Ora mi hai non ti resta che vivere il tuo sogno.

Io non smetto mai di sognare, lo faccio ad occhi aperti mentre cammino per strada e mi emoziono guardano passeggiiare una coppia mano della mano che non si vergogna di mostrare agli altri il proprio amore, lo faccio guardando un film perchè spero sempre di diventare èprotagonista nella storia di qualcuno. Ho sempre amato le favole sono la massima espressione dei sogni. Mi sarebbe piaciuto aveer come madrina una fatina che con un formula magica o un colpo di bacchetta potesse cambiare qualcosa, o magari trovare la lampada magica… Tres deseo.. solo tres deseos… E poi, il principe azzurro, anche quello è un sogno… Mi piacerebbe trovarne uno, magari non vestito d’azzurro perchè non è il colore che va di moda quest’anno… Vorrei poter bere dalle mani del mio principe, vorrei addormentarti sulle sue ginocchia,vorrei poter cantare sotto la doccia con lui dopo aver fatto l’amore e vorrei poter ridere di noi perchè solo noi potremmo farlo… Che strano parlare ad una tastiera,alla mia coperta di Linus portatile… è ancora più strano scrivere così di me a chi poi?!?! A volte penso che i sogni vanno meritati e che spettino a delle persone speciali e sarà per questo che non ne ho di realizzati… Mi sento come un maratoneta che vede l’arrivo ma più si avvicina e più si allontana come una strana illusione ottima… mah.. la prospettiva! A volte, penso che mi piacerebbe essere u ngiocatore di rugbye scaraventare con violenza il pallone sulla linea della meta… ma sono più i giorni dove sì, mi sento un gioactore di rugby ma vengo costanmtemenet placcata e non riesco nemmeno a superare a linea di difesa… ma nonostante ciò continuo a sognare… e loro si librano nell’aria, sospinti dal vento come aquiloni cinesi ma troppo spesso il vento li rompe ed è così difficile ricucire la ferita… occorre parsimonia e una buona sarta perchè io non so rammendare! Sogno con la speranza, la speranza di una bambina non ancora cresciuta che dopo aver smesso di giocare con i trenini è passata alle Barbie perchè per lo meno per far realizzare i lori sogni bastavo io! Io che adesso non basto a me stessa, io che credo di poter fare tutto e invece mi sento Gamba di Legno, penso di essere colorata e invece sono grigia perchè non posso essere ne tenebre ne luce…. A volte credo di sognare solo perchè non so far altro… come scrivere… penso di saperlo fare ma il rumore della tastiera è stridulo.. come me! Oggi, vedete è un giorno qualunque perchè mi sento così frequentemente ma non penso sia giusto annoiarvi ancora, vi lascio con le parole di una testo di una canzone di Vecchioni: Sogna, ragazzo sogna.

E ti diranno parole
rosse come il sangue, nere come la notte;
ma non è vero, ragazzo,
che la ragione sta sempre col più forte; io conosco poeti
che spostano i fiumi con il pensiero,
e naviganti infiniti
che sanno parlare con il cielo.
Chiudi gli occhi, ragazzo,
e credi solo a quel che vedi dentro;
stringi i pugni, ragazzo,
non lasciargliela vinta neanche un momento;
copri l’amore, ragazzo,
ma non nasconderlo sotto il mantello;
a volte passa qualcuno,
a volte c’è qualcuno che deve vederlo.

Sogna, ragazzo sogna
quando sale il vento
nelle vie del cuore,
quando un uomo vive
per le sue parole
o non vive più;
sogna, ragazzo sogna,
non cambiare un verso
della tua canzone,
non fermarti tu…

Lasciali dire che al mondo
quelli come te perderanno sempre;
perchè hai già vinto, lo giuro,
e non ti possono fare più niente;
passa ogni tanto la mano
su un viso di donna, passaci le dita;
nessun regno è più grande
di questa piccola cosa che è la vita

E la vita è così forte
che attraversa i muri senza farsi vedere
la vita è così vera
che sembra impossibile doverla lasciare;
la vita è così grande
che quando sarai sul punto di morire,
pianterai un ulivo,
convinto ancora di vederlo fiorire

Sogna, ragazzo sogna,
quando lei si volta,
quando lei non torna,
quando il solo passo
che fermava il cuore
non lo senti più ;
sogna, ragazzo, sogna,
passeranno i giorni,
passerrà l’amore,
passeran le notti,
finirà il dolore,
sarai sempre tu …

Sogna, ragazzo sogna,
piccolo ragazzo
nella mia memoria,
tante volte tanti
dentro questa storia:
non vi conto più;
sogna, ragazzo, sogna,
ti ho lasciato un foglio
sulla scrivania,
manca solo un verso
a quella poesia,
puoi finirla tu.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...