Puntate precedenti…

Treinta y Tres, 02.07.07
Caspiteronzola, sono passati più di due mesi, dalla mia ultima “diariata di bordo”.
Questo non significa che non me ne sono capitate, anzi… la salute vacilla, eccome se vacilla, sto provando anche i medici sudamericani: argentini, uruguagi e specialisti.
In Cile, ho girato alla larga da ospedali e croci rosse, che mi ricordano tanto le crociate e non va bene.
Che dire, vinco ragazzini come si fa con le bambole al luna park… peccato che io al luna park non abbia mai vinto nemmeno un lecca lecca!
In ogni modo, le mie giornate sono abbastanza piene, ma ho la fortuna di iniziare a lavorare tardi… e così termino alle 19 o alle 21 a seconda dei giorni, ma per ora lo trovo divertente e stancante… meglio di niente, no?!
In Latino America, ho festeggiato il mio 26 compleanno e qua si suole esprimere 3 desideri al soffio delle candeline… quando titubante domandai: “3? Da noi uno solo!”, pronta la replica: “Ovvio, nel primo mondo uno basta e avanza, noi siamo il terzo e ne usiamo 3 così abbiamo 1probabilità su 3 che si avveri!”,sono pieni di spirito i miei compagni di viaggioJ
Poi, come alcuni di voi sanno, abbiamo dovuto affrontare anche un piccolo alluvione e piano piano le cose stanno migliorando, ma la situazione era alquanto difficile!
E così, rapidamente siamo giunti al mese di giugno, dove sono potuta andare a Bagé (Brasil) ad incitare la squadra di handball e football del Colegio… ho fatto vergognare la povera Suor Laura! Ah, ho anche giocato al volley con i brasiliani… che emozione!
Altro corso di formazione per animatori, fichissimo, ho giocato tutto il giorno e la mia squadra, la verde, ha pure vinto… il giorno dopo ero a letto con la febbre… ma questi sono dettagli, no?
E poi, concludo con il viaggio in Cile per il rinnovo del mio visto… ultimo rinnovo perché tra poco più di un mese, si torna a casa e vi dirò un po’ contenta lo soJ
Per quello che ho potuto vedere, il Cile è davvero bello. Ho visitato Santiago, Valparaiso (con la splendida casa di Neruda, una delle tante!) e Viña del Mar (famosa per il Festival). Poi, alcuni di voi sanno che ho mandato a quel paese e non solo, una stronza cilena perché voleva che aspettassi che la scolaresca terminava il giro nella casa di Neruda a Santiago… non mi faceva entrare… pazzesco!
Vorrei scrivervi di più sul Cile, ma poi ho paura di annoiarvi, quindi, vi rimando nel mio flickr per vedere alcuni scatti… ogni giorno ne metto un po’… non saranno tutti perché le foto sono quasi 200 e quindi, ve le risparmioJ
Ah, dopo il Cile, nuovamente qualche giorno a letto, la mia schiena non regge più molto bene, purtroppo…
Adesso, si inizia il mese di luglio… spero di finirlo sana e salva!
Un abrazo
Anto

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...