Shopping

Niente lui e lei, niente Uruguay (anche se è da un pò che non scrivo qualcosina… magari una sorpresa entro la fine di giugno…), nemmeno “consigli per gli acquisti”,
solo quattro chiacchiere in libertà, considerazioni di questa povera mente in cura da anni dallo psicanalista senza nome…
Quindi inizio con: SHOPPING, SHOPPING, SHOPPING che per chi mi conosce si concentra i un solo nome GILBERTONE (e sono anche poco expensive!).
Saranno i mesi di astinenza, sarà che non vedo viali di vetrine da non so quanto tempo, ma ho bisogno di Shopping, questo impulso mi attrae verso qualunque tipo di vetrina,
persino quella del benzinaio!
Che qualcuno mi mandi la carta di credito e riprenda a sorridere al dolce suono del bancomat che passa nella consueta macchina!
Capisco che gli uomini non soffrano di questo aspetto IMPORTANTE e NON TRASCURABILE nella vita di una donna e che, il terrore di accompagnare le rispettive fidanzate per le vetrine non è paragonabile alle discussioni in Parlamento, ma noi, dolci fanciulle cresciute insieme Barbie come fedele amica e Jem come cartone animato, sentiamo la necessità impellente anche solo di mirar le vetrine, così giusto per stupirci di quanta gioia può darci un pò di glamour, un pò come la casa di marzapane fu per Hansel&Gretel!

Ogni ragazza ha una sua esigenza…
Che quella maniaca della casa e così sfoglia e sfoglia i cataloghi dell’Ikea, senza però perdere di vista le novità date dalle nuove catene.
Poi, che il topo da biblioteca e passa ore intere da Feltrinelli… la fanatica della musica, ma suvvia diciamocelo, questo è nulla davanti alla vera maniaca dello shopping da abbiagliamento!
E qui siamo di fronte a due tipi: quella che predilige gli accessori e quella che accarezza, soavemente, per ore un cardigan!
La malata di shopping vive il suo periodo di massimo splendore nella stagione degli sconti, dove sembra impazzita o ancor peggiore durante l’arrivo delle nuove collezioni, dove al sol vedere il nuovo cappotto o il nuovo paio di stivali del “fornitore moda” preferito ha come un grito, una specie di orgasmo visivo!

Io, tuttavia, faccio fatica ad inserirmi in una categoria di shopping woman…
Adoro i libri, e se mi trovo in una grande libreria mi perdo per ore, inizio ad fare facce strane e perplesse, esercizi con i piedi e se ci troviamo in estate, rischio anche di togliermi le scarpe…
Perchè io la scelta la devo fare ponderata e con i piedi bien piantati al suolo!!
Quasi sempre la contentezza dell’acquisto svanisce dopo il primo isolato… la motivazione? Volevo più libri o le scelte sulla lettura mi intristiscono!
Fortunatamente, la musica non mi attanaglia… ci sono molteplici soluzioni e per ora, non è un grosso dramma non avere tutti i cd originali!
Certo, mi trasformo quando devo andare per negozi… purtroppo, il mio conto in banca non mi permette grosse pazzie, ma se esco, almeno con una cosa a casa devo tornare, almeno per principio… che sia anche il santino: “Proteggimi”.

L’Uruguay non mi ha guarita, anzi peggiora il mio stato, e penso ad agosto, all’estate, ai costumi… pareo, triangolo o sportivo?
Quali saranno i colori dell’estate? Insomma, ognuno ha le proprie ossessioni che in verità a noi tanto piacere danno! Alla fine che vuoi che sia un costumino, con la borsa per il mare, le infradito nuove e gli occhiali da sole quando il tuo fidanzato vuole comprarsi la moto?
E’ vero, gli uomini non amano lo shopping, comprano poco e due cosucce quando si tratta di vestiti, però poi tra una chiacchiera e l’altra se ne escono con la play station nuova, la moto, magari un camper, non si hanno figli ma potrebbero sempre arrivare, uno gioca d’anticipo! Oppure, presi da un improvvisa voglia di tornare bambini si prendono l’arco professionale, la pistola ad aria compressa, o quelli peggiori iniziano ad avere voglie strane: windsurf, snowboard,  free climbing che dopo due volte che praticano (se ci arrivano a due) ripongono tutto nello sgabuzzino! E poi, hanno un sussulto se chiediamo un solitario…

Beh che dire, ho iniziato con una cosa e ho finito con un’altra, ma mi difendo: stesso oggetto! Ho bisogno di shopping, sogno la notte Valentino ed Armani… il mondo dei mille colori di Gilberto… per farla breve, così non si può andare avanti!

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...