Un anno

Un anno…

Vagiti, notti insonni, i primi passi.

Un anno

qualche bacio, un letto, parole.

Inadeguata, smarrita, inerte…

Arrabbiata con il tempo,

quel tempo che ha voltato le pagine dei mesi

troppo velocemente per uno sguardo,

un sorriso, per parlare con le tue labbra.

E’ un anno.

E ancora il calendario lo ricorda:

è un anno.

Ho passato tutte le stagioni,

ho giocato ma sono rimasta spezzata.

Sto malissimo e nessuno se ne accorge,

questo è un mondo sbiadito

e la tua immagine rimane viva,

viva nel creato dei morti,

nomadi come fantasmi vestiti di bianco

sono una di loro. Sono loro.

Nostalgica senza parole

sto cercando di ricordare,

forse un biberon di ciò che nacque.

Ma mi hai abbandonata,

tra i cantieri dell’anima

con un cuore disoccupato

a cullare non so nemmeno cosa.

Sospiro…

era solo per dirti che…

sfoglia un’altra pagina del tempo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...