Il peggio dei film visti in questo mese

Cosa si fa quando si ha molto tempo libero a disposizione? O meglio come si potrebbe impiegare?
Beh, in questo periodo io mi sto dedicando alla lettura, alla scoperta di Mallorca e poi alla visione di qualche film, e alcuni si sono rivelati delle pessime scelte.

Beh, magari qualcuno può interessarvi o magari come me siete incappati nel film maledetto… per esempio?

Eccolo la mia lista-classifica dei film visti a marzo e in questi primi giorni di aprile…
Iniziamo dai peggiori…

POLLICE VERSO

Titolo: Bad Teacher
Genere: Commedia
Attori: Cameron Diaz, Justin Timberlake, Jason Segel
Una maestra che insegna solo per scaldare la sedia, doveva lasciare l’insegnamento ma qualcosa va storto. Poi incontra il professorino perfetto (Timberlake) oltre che ricco e cerca di conquistarlo… ma anche lì le cose non gli vanno di certo bene. Pensavo in un film più pepato, invece, l’ho trovato abbastanza piatto.

Titolo: Benvenuti al Nord
Genere: Commedia
Attori: Claudio Bisio, Alessandro Siani, Angela Finocchiaro, Valentina Lodovini
Un altro sequel dall’esito negativo. Storia semplice, senza fronzoli praticamente simmetrica con la precedente. Forse ne potevamo fare a meno.

Titolo: Cambio Vita
Genere: Commedia (molto leggera)
Attori: Ryan Reynolds, Jason Bateman, Leslie Mann, Olivia Wilde, Alan Arkin
E’ la storia di due amici, che per magia si scambiano i corpi e vivono per un periodo la vita dell’altro.
Già uno dubita sul fatto che i due possano essere coetanei, poi non si sa come mai nessuno si accorga delle stranezze che vengono compiute durante il periodo di “cambio di corpo”… poi, cosa dire è noioso a morte.

Titolo: Il gatto con gli stivali
Genere: animazione
E’ la storia del gatto resto noto da Shrek e che dire mi aspettavo di più. Storia poco originale e decisamente facile da capirne lo sviluppo. Magari ai più piccini può appassionare. Ma gli occhi dolci del gatto, questa volta, non mi hanno incantata.

Titolo: Il primo incarico
Genere: Drammatico
Attori: Isabella Ragonese
Ragonese è brava, soprattutto a reggere una trama scadente e un film senza uno straccio di attore. Lei è una giovane insegnante a cui danno il primo incarico. Li senti parlare e sembra di essere in Sicilia, poi ti accorgi che sono in Puglia… Ma è l’entrata e l’uscita di scena di alcuni personaggi che non ti spieghi: i circensi, pazzi che insultano e senza capirne il motivo.

Titolo: Immaturi – il viaggio
Genere: Commedia
Attori: Ambra Angiolini, Luca Bizzarri, Ricky Memphis, Raoul Bova, Anita Caprioli.
I sequel non vanno mai bene. Il primo si era rivelata una commedia tutto sommato divertente e scorrevole nella sua trama. Quest’altro è decisamente forzato e altre cose non te le spieghi. Angiolioni che diventa cleptomane, il trascorrere dei giorni che in alcuni tratti sembrano settimane, il bambino muto e Occone che ci casca… troppe stranezze insomma.

Titolo: In Time
Genere: Thriller
Attori: Justin Timberlake, Amanda Seyfried, Cillian Murphy
Faccio già fatica a definirlo thriller… In questo mondo si nasce con un contatore sul braccio (verde fluorescente, un tocco di glamour soprattutto durante una scena in mare – orribile), ma il countdown inizierà solo a partire dai 25 anni compiuti. In quel momento scatta l’orologio e il corpo arresta la propria crescita. Timberlake si ribella e vuole regalare ore e minuti alla popolazione. Lo farà accanto a (guarda un po’) una ragazza molto carina (viva l’originalità). I Bonnie e Clyde del nuovo millennio riusciti male.

Titolo: Los dos lados de la cama (dubito sia arrivato il sequel in Italia)
Genere: Commedia Musicale
Attori: Ernesto Alterio, Veronica Sanchez, Guillermo Toledo, Lucia Jimenez
Perché, perché, perché? Il primo film carino, fatto bene ha un suo perché nel mondo… poi arriva questo e ti chiedi, proprio come Mou, perché. Copia-incolla della storia precedente, con le storie dei quattro amici, meglio dire sette che si incrociano. Senza arte, ne parte. Si salvano solo le musiche e i balletti.

Titolo: My last five girlfriends (ignoro l’uscita italiana)
Genere: Commedia
Attori: Brendan Patricks, Naomie Harris, Michael Sheen, Cecile Cassel
Un povero disgraziato in amore cerca di risalire alla radice per capire il perché delle sue storie andate a male. Manca movimento e pepe al film, decisamente piatto e a tratti noioso.

Titolo: Posti in piedi in paradiso
Genere: Commedia
Attori: Carlo Verdone, Pierfrancesco Favino, Marco Giallini, Micaela Ramazzotti
Ci sono parti del film a cui darei la sufficienza piena e si riferiscono alla convivenza di questi tre divorziati senza una lira. Poi la voce stridula di Ramazzotti rovina tutto, così come la presunta relazione con … (non ve lo dico).

Titolo: Something borrowed (film inedito in Italia)
Genere: Commedia
Attori: Kate Hudson, Ginnifer Goodwin, John Krasinski
Rachel White è un’avvocatessa single e carina che lavora in uno studio legale di New York. Il giorno del suo trentesimo compleanno, dopo aver bevuto qualche drink di troppo, rivela a Dex di avere una cotta per lui dai tempi dell’università. Il problema è che Dex è il fidanzato, presto sposo, della sua migliore amica Darcy. Rachel e Dex finiscono a letto e quella che sembrerebbe una semplice notte di passione si trasforma in qualcosa di più complicato quando Dex rivela a Rachel di essere innamorato di lei. Ne consegue una lunga serie di bugie per coprire la loro relazione, una delle quali è la presunta relazione sessuale tra Rachel e Ethan, il miglior amico d’infanzia di Darcy e Rachel.

Titolo: Tre uomini e una pecora
Genere: Commedia
Attori: Xavier Samuel, Kris Marshall, Kevin Bishop, Tim Draxl, Olivia Newton-John.
Due ragazzi s’incontrano su una spiaggia dell’arcipelago polinesiano e scoppia l’amore. Decidono in quattro e quattr’otto di sposarsi. Lui è inglese, lei australiana figlia di un senatore… che ha come emblema del partito una pecora. Si vuole creare la magia di “una notte da leoni”, ma siamo molto molto indietro.

Titolo: Una proposta per dire sì
Genere: Commedia
Attori: Amy Adams, Matthew Goode
Una giovane innamorata decide di andare a Dublino per chiedere al suo fidanzato di sposarla, durante il viaggio qualcosa non va per il verso giusto e una serie di imprevisti movimenteranno (si fa per dire) il suo cammino. Non capisco perché i personaggi per funzionare debbano agire in modo stupido, per fortuna uno ammira i paesaggi irlandesi. Almeno c’è qualcosa di positivo.

Per i fil positivi vi rimando a domani… tranquilli ne ho trovati.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...