Moti rivoluzionari

Siamo un popolo di rivoluzionari o con la speranza di esserlo.

Di ritorno a casa da Roma, distrutta dopo 9 ore di camminata per l’Urbe e con un’ora di ritardo del treno, un passeggero ha un sussulto.
Il piccolo moto rivoluzionario della tratta Roma-Ancona.

Mister X – l’identità del passeggero non è stata svelata – entra di soppiatto nella carrozza del controllore e si impossessa del microfono.
“Pronto, mi sentite tutti? Siamo su un carro bestiame, ecco cosa rappresentiamo per questa società. Per loro siamo un popolo di merda”.

Ilarità generale. Mi domando se per:
– la presa del microfono
– il treno bestiame
– il popolo di merda

Cado nello sconforto per tutte queste tre opzioni.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...